Il ritorno alla vittoria di Robert Kubica

kubica-torna-alla-vittoria-in-grecia

Robert Kubica torna alla vittoriaRobert Kubica era un pilota di Formula 1 sulla cresta dell’ onda e in procinto di passare ad un così detto top team quando il 6 febbraio 2011, incorse in un grave incidente nel corso del Rally Ronde di Andora (nel savonese) al quale partecipava per puro divertimento. Incidente che gli provocò lesioni gravissime, tra le quali una frattura alla gamba destra, un’emorragia interna e lesioni multiple alla mano, alla spalla e al braccio destro. Ricoverato d’urgenza in gravi condizioni all’Ospedale Santa Corona di Pietra Ligure, Kubica fu  sottoposto ad un intervento chirurgico durato sette ore per salvargli la mano e per ricomporre la frattura ad una gamba. Successivamente il pilota fu sottoposto a due ulteriori lunghi interventi chirurgici, il primo per correggere le problematiche legate al braccio ed alla gamba e il secondo al gomito destro che non era stato ricomposto durante le precedenti operazioni. Inutile dire che fu costretto a lasciare lecorse e l’amata Formula 1.

Eppure il coriaceo pilota polacco, Il 9 settembre 2012, ritorna alle competizioni alla guida di una Subaru Impreza WRC prendendo parte alla terza edizione della Ronde del Gomitolo di Lana svoltasi a Biella. Di lì in poi Kubika si distinguerà per la grande forza di volontà ma anche per i tanti botti e gli incidenti (dalle Canarie alle Azzorre).

Adesso la partecipazione al Campionato Mondiale World Rally 2, alla guida di una Citroen Citroen DS3 RRC, e lo scorso weekend il primo risultato di valore assoluto, l’11° posto assoluto nel Rally dell’Acropoli 2013 in Grecia, primo assoluto della sua categoria, questo il suo pensiero: “Finalmente, dopo un periodo tormentato da errori e rotture, ho vissuto una grande giornata. La cosa più importante però è che qui in Grecia ho imparato davvero tanto, perchè ho incontrato delle condizioni molto differenti da quelle che ho incontrato negli ultimi 20 anni. Venire qui, guidare bene e portare la vettura sana e salva era già un ottimo risultato. Vincere lo è stato ancora di più”.

Per noi è l’esempio di un uomo forse troppo spericolato, per alcuni incosciente, ma che dimostra a noi tutti cosa voglia dire la volontà e la voglia di arrivare, a dispetto di tutto, il non arrendersi alle rotture, agli incidenti, alle menomazioni anche fisiche, alle avversità. Bravo Robert, continua così!

La classifica finale del Rally di Grecia 2013:
1. Jari-Matti Latvala-Miikka Anttila (FIN/VW Polo-R) 3 h 31:01.2
2. Dani Sordo-Carlos del Barrio (ESP/Citroen DS3) a 1:50.0
3. Thierry Neuville-Nicolas Gilsoul (BEL/Ford Fiesta RS) 2:14.1
4. Andreas Mikkelsen-Mikko Markkula (NOR-FIN/VW Polo-R) 3:55.1
5. Nasser Al-Attiyah-Giovanni Bernacchini (QAT-ITA/Ford Fiesta RS) 4:12.6
6. Mads Ostberg-Jonas Andersson (NOR-SWE/Ford Fiesta RS) 5:48.7
7. Mikko Hirvonen-Jarmo Lehtinen (FIN/Citroen DS3) 8:00.7
8. Martin Prokop-Michal Ernst (CZE/Ford Fiesta RS) 8:01.2
9. Evgeny Novikov-Ilka Minor (RUS-AUT/Ford Fiesta RS) 8:11.8
10. Sebastien Ogier-Julien Ingrassia (FRA/VW Polo-R) 10:10.3
11. Robert Kubica-Maciel Baran (POL/Citroen DS3) 15:19.1 (1° categoria WRC-2)

LINKS UTILI:

Kubica e Latvala, doppia gioia in Grecia

Profilo Facebook di Robert Kubica

Kubica, foto trionfo in Grecia

Robert Kubika su Wikipedia

Photo credit: Leszek Kolczak, dal profilo FB ufficiale di Kubica

Leave a Reply

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.